Archivi del mese: maggio 2014

Scritti di getto

Laboratorio di scrittura improvvisa e istintiva finalizzato alla stesura di brevi racconti con strutture drammaturgiche differenti.

Argomento dello stage:
Scrittura automatica; Scrittura e improvvisazione; Immagine descrittiva (il prima, il dopo, sviluppo e fine); Il personaggio (costruzione e caratterizzazione); Stesura con battuta iniziale; Stesura partendo da un luogo; Stesura con struttura drammaturgica.
Modalità dello stage:
Durante lo stage si alternano fasi di scrittura, lettura e analisi degli elaborati.
Durata dello stage:
Il corso consta di circa 14 ore.
Numero di partecipanti:
Da un minimo di cinque a un massimo di una classe.
Obiettivi:
• Sviluppare la fantasia riversandola nella scrittura;
• Accrescere le capacità comunicative;
• Sviluppare meccanismi alternativi di narrazione;
• Scoprire che la letteratura non è solo oggetto di studio ma può implicare il coinvolgimento personale nella creazione di nuove “opere”.
• Trasformare un linguaggio in uno strumento di narrazione anche fisica attraverso la lettura dei propri elaborati.
Metodologia:
Per concretizzare gli obiettivi sopra elencati verranno utilizzate specifiche tecniche ludico-didattiche ispirate alle tecniche teatrali d’improvvisazione e di scrittura. Il teatro e la composizione, l’ascolto e l’utilizzo del linguaggio diventeranno esperienza di scoperta del linguaggio stesso, tramite specifici giochi di relazione, tramite esercizi cooperativi, di conoscenza e di comunicazione, tramite lo sviluppo di specifiche tecniche di comunicazione verbali e non verbali. L’utilizzo delle tecniche di improvvisazione sarà parte fondamentale per il miglioramento del lavoro di gruppo, l’ascolto, l’accettazione delle idee degli altri, la responsabilità del singolo nei confronti del gruppo e viceversa, la capacità di mediazione, la disponibilità, la creatività. Questo percorso stimolerà alcune domande: Esiste una comunicazione unica o diverse modalità? Queste modalità dipendono dai singoli individui, dalla sue capacità, o dalle parole che utilizza? Queste domande saranno ulteriore punto focale di lavoro, e legate in maniera imprescindibile al suono delle parole dialettali e ai significati delle stesse.
Utilizzando queste tecniche gli allievi scopriranno il piacere di creare nuove “opere”.

Modalità di esecuzione:
•  Da concordarsi. Un Weekend di 7 ore per giorno (14 in totale); Oppure per le scuole suddiviso in incontri da due ore.
•  Numero dei partecipanti: Gruppo classe nelle scuole; 8-10 in caso di laboratori per adulti
•  Esigenze tecniche: Aule scolastiche o tavolo per poter scrivere.

Lo stage è tenuto da Paolo Vallerga

Sudoku di cuori

Scarica la Scheda Tecnica dello Spettacolo Sudoku di Cuori

Una divertente commedia musicale fatta di intrecci amorosi e colori mediterranei, con improbabili pupazzi e ancor più improbabili personaggi per raccontare l’amore… come lo avete sempre visto.

scena__0002_Livello 6

LA STORIA

Dopo parecchi anni lontano da casa, Antonio, uno scultore di dubbie doti artistiche, torna nel suo paese natale dove ritrova i suoi amici di scuola: Toni, un onesto trafficone, Masa (Maria Rosaria), avvocato di successo e soprattutto Juanita che vive esclusivamente in un mondo guidato dalla televisione, tra una serie tv e l’altra.

La festa del patrono San Bernardino, amichevolmente conosciuto come “San Ber’dino” fa da cornice al nascere delle passioni, dell’amore, delle illusioni e delle disillusioni dei quattro protagonisti. In questo intreccio d’amore entrano a creare non poco scompiglio un ladro di appartamento, scambiato per il nuovo parroco, un supereroe inflessibile ai suoi doveri di eroe e una coppia di topi, nella veste di narratori dell’amore… esattamente come lo avete sempre visto.

SUDOKU DI CUORI
di Claudio Procopio, Mauro Simolo e Paolo Vallerga

Regia di Eugenio Gradabosco
Assistente alla regia Valentina Gabriele

Coreografie di Nives Bosca
Arrangiamenti di Enrico Messina
Vocal coach Simona Mereu

Musiche di Claudio Procopio, testi delle canzoni di Claudio Procopio, Paolo Vallerga, Francesco Mirarchi e Massimo Losi

Scenografie – Scuole Tecniche Sancarlo
Supervisione – Antonio Angelo Mele
Pupazzi di Cristian Piovano su disegni di Stefania Vincenzi

Trame:
Storie a trazione improvvisa

Long form di improvvisazione teatrale in atto unico di Simone Alessio e Paolo Vallerga

Cartella Stampa dello spettacolo Trame

LO SPETTACOLO

IMGP3716

Tre storie a incastro, tre storie a inseguimento, tre storie tessute in scena senza copione, tre attori per ogni storia e un oscuro personaggio, all’occorrenza utile a tutti.

Trame che si alternano a discrezione degli attori in scena; attori che si passano il testimone della narrazione, per poi riprenderlo successivamente, per intrecciare altre trame che mai più potrete vedere e gustare, perché nate all’improvviso, grazie ai suggerimenti del pubblico! Ogni storia, scandita da un orologio visibile al pubblico, ha trenta minuti per nascere, svilupparsi e trovare la sua conclusione. Il passaggio da una storia all’altra sarà deciso dagli attori stessi in totale autonomia e libertà, attraverso l’utilizzo di un Gong; potranno così utilizzare i trenta minuti a loro disposizione, in un susseguirsi incalzante di scene, di situazioni, di balzi tra una storia e l’altra in un susseguirsi di trame… a trazione improvvisa!

Best Seller

Long form di improvvisazione teatrale in atto unico
di Simone Alessio e Paolo Vallerga

Cartella stampa dello spettacolo Best Seller

LO SPETTACOLO

IMG_2777

Uno scrittore si accinge a scrivere un romanzo giallo e lo farà in scena, seguendo i capricci dell’ispirazione. I personaggi all’oscuro delle scelte narrative dello scrittore, scopriranno presto di essere reali, vivi, e padroni della scena al di là della volontà dello scrittore stesso, perché prendono vita e incrociano i propri destini in base ai suggerimenti messi per iscritto dal pubblico prima dello spettacolo. La storia cambierà secondo inattesi bivi e insospettabili risvolti, catapultando personaggi, attori, scrittore e pubblico nel cuore di un racconto totalmente imprevedibile. Surreali flashback, storie d’amori impossibili e drammi interiori creati dalla fantasia scenica degli attori che nulla hanno sul palco, ma tutto mostrano perché il tutto è frutto dell’improvvisazione. Questo rende il “romanzo” unico e irripetibile, originale alchimia di sentimenti e situazioni comiche… in pratica un “Best Seller” (in edizione tascabile)!

Tutto interamente improvvisato…

Oltre il sipario…

Sipario degli Estranei è un progetto artistico aperto. Nato nell’ottobre 2009 promuove differenti spettacoli, di improvvisazione e non. Il più rappresentato ed imprortante: “Best Seller”, il noir d’improvvisazione teatrale in scena regolarmente dal maggio 2009 in Italia e all’estero (Francia), sino ad oggi.

locandina1
E poi gli altri spettacoli in ordine di messa in scena: 
“Trame”, altro spettacolo di improvvisazione dalle meccaniche narrative ad incastro; poi “La battaglia dei Topi e delle Rane”, spettacolo per bambini basato sulla Batracomiomachia; e “Sudoku di cuori”, commedia musicale scritta con Mauro Simolo e Claudio Procopio, con le musiche di Claudio Procopio e gli arrangiamenti di Enrico Messina.

Sipario degli Estranei, mette in scena spettacoli di improvvisazione inserendoli in schemi strutturati; una contaminazione artistiche che utilizza di volta in volta attori differenti, in modo da creare sempre spettacoli unici e irripetibili.

Professionisti dell’improvvisazione teatrale e del cabaret, di fama nazionale e internazionale, sono gli interpreti degli spettacoli messi in scena dal Sipario degli Estranei.